…Habemus pisellinum!

Questo venerdì non mi sono sentita bene mentre ero al lavoro. Sono riuscita a tenere duro fino alla fine del mio turno, ma ho deciso poi di dirigermi direttamente al pronto soccorso per un controllo.

Fortunatamente nulla di troppo preoccupante e me la caverò con degli antibiotici.

Durante il controllo del tutto inatteso, la dottoressa ci ha chiesto se volevamo sapere il sesso o se preferivano aspettare l’ecografia di lunedì…Sono rimasta in dubbio per meno di un istante e poi ho chiesto di dircelo.

Con l’ecografo ci ha quindi mostrato prima una gambina, poi l’altra e infine quello che senz’altro non poteva che essere un piccolo pene!

Io che, molto onestamente, avevo sempre fantasticato su avere una bimba non credo di aver reagito con il giusto entusiasmo, e i sensi di colpa sono partiti immediatamente dopo la rivelazione, mentre Sara era al settimo cielo.

Dopo la notizia ho avuto poi il tempo di riflettere e razionalizzare, di archiviare mentalmente bambole, giochi e dinamiche a me familiari e sono ovviamente felicissima anche io, anche se forse non sono ancora riuscita a superare del tutto le mie paure…per qualche ragione mi sento un po’ meno all’altezza di crescere un bimbo che non una bimba…sarà senz’altro una sfida, ma non vedo l’ora di affrontarla insieme a Sara e insieme al nostro piccolo grande amore che da pochi giorni ha iniziato a farsi sentire mentre fa le sue acrobazie dentro la mia pancia.

Ho superato i 5 mesi, e vorrei già stringerti fra le braccia, Noah.

Annunci