Quando avere un figlio non ti rende padre.

Quando fai una figlia, le intesti attività e la carichi di debiti, nascondendogli per un decennio e rendendoli ormai totalmente insolvibili, rovinando quindi oltre alla sua vita, anche quella della famiglia che si sta creando.
Quando non ti fai sentire se non per necessità e non ti interessi minimamente di come stia.
Quando ti fai fottere da ogni sconosciuto che trovi sul cammino, a cui regali anche le mutande, ma con tua figlia sai solo piangere miseria; quando aiuti o dai considerazione solo a chi fino a ieri ti chiamava “morto di fame” (la famiglia della tua nuova compagna), e a chi ti ha sempre dimostrato quanto ti amasse, nonostante le merdate di cui sei stato capace non dai alcun valore…
NON PUOI CHIAMARTI PADRE.

Oggi le accarezzavo la testa appoggiata sul mio petto mentre piangeva singhiozzando.

Sarei capace di qualsiasi cosa contro chi le fa sentire il male che percepivo esploderle dal petto. Sarò capace di qualsiasi cosa. E invito a non sfidarmi.

Io e te contro il mondo, piccola mia. Io e te fino al nostro ultimo respiro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...