l’ABC esistenziale di una mamma emotivamente dislessica.

“(…)Vorrei che i miei bambini sapessero che per quanto la vita possa essere ruvida c’è sempre uno spazio morbido dove le cose vanno lisce e soprattutto dove ci si può ritrovare, nonostante tutto.”
E anche io, come lei sorrido ai cani. Sempre.

Adorabile, come sempre…

prima o poi l'amore arriva. E t'incula.

A come abbastanza. Senza il valore dell’abbastanza siamo anime col buco, impossibili da riempire. Senza l’abbastanza non si riconosce la sazietà, la pienezza e nemmeno la bellezza.

B come bacio. Senza scherzi, baciarsi come si deve è in assoluto il mio passatempo preferito.

C come calabrone. Quella cosa che il calabrone abbia un corpo totalmente inadatto al volo, ma non lo sa, e allora vola lo stesso è una bufala colossale. Il calabrone ha il culone e le ali piccolette, è totalmente consapevole del suo culone ma ha capito che se le ali piccolette le agita come si deve fotte pure la farfalla.

D come Don Chisciotte. Perché tutti hanno diritto a combattere contro i propri mulini a vento, soprattutto con un amico sovrappeso accanto.

E congiunzione. Come io e te, come amicizia. Donne e uomini hanno modelli di amicizia diversi. Gli uomini si raccontano quello che hanno fatto insieme…

View original post 784 altre parole

Annunci

2 pensieri su “l’ABC esistenziale di una mamma emotivamente dislessica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...